Reti d'impresa

La rete d’impresa è un nuovo modello di aggregazione tra imprenditori formalizzato dalle norme che hanno istituito il cosiddetto “contratto di rete”. Questa tipologia di aggregazione prevede lo svolgimento in comune di un’attività imprenditoriale o parte di essa, pur mantenendo l’indipendenza dei soggetti partecipanti al di fuori di quanto previsto nel contratto.
 
Attraverso il contratto di rete “più imprenditori perseguono lo scopo di accrescere, individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato e a tal fine si obbligano, sulla base di un programma comune di rete, a collaborare in forme e in ambiti predeterminati attinenti all'esercizio delle proprie imprese ovvero a scambiarsi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica ovvero ancora ad esercitare in comune una o più attività rientranti nell'oggetto della propria impresa”.

Le reti d’impresa possono essere utilizzate per favorire l’innovazione delle aziende sia tramite la ricerca in comune, sia creando rapporti formalizzati che leghino un’azienda che abbisogna di una specifica tecnologia che non possiede ad una che la padroneggia, senza che la prima debba internalizzarla per poterla utilizzare.

Il processo di aggregazione in rete generalmente prevede tre fasi principali:
- start-up, in cui gli imprenditori captando l’opportunità di business generano l’idea della rete e cominciano ad approfondire la conoscenza reciproca e sommare le tecnologie per la formulazione della prima offerta di rete e la sua comunicazione;
- challenge, è una fase di sfida in cui attraverso il ripetuto confronto con il mercato e la formulazione delle prime offerte, la rete si plasma e rivede la propria offerta sino a giungere ad un’offerta più elaborata e posizionata;
- evolution, nel caso che la rete cominci stabilmente a fatturare una percentuale significativa rispetto al fatturato aggregato delle singole, le aziende possono scegliere di mutare la forma contrattuale della rete in una società, con una sua struttura definita, asset, patrimonio ed investimenti.
 
 
Per coordinare le attività della rete è bene identificare un manager di rete che dovrà possedere molteplici capacità per supportare la rete durante la sua formazione e maturazione.
La rete è una nuova forma aggregativa e necessita di organizzazione, regole e routine, che richiede una certa apertura mentale da parte degli imprenditori che non devono semplicemente riportare il loro modello aziendale nella rete, ma mantenersi flessibili ed accettare nuove configurazioni.
 
 

Link

 

 

 

Bibliografia

  • Paolo Di Marco, Pier Luigi Cattò “Come costruire una rete tra imprese. Opportunità, percorso evolutivo e business plan” Bologna, Edizioni Martina, 2011

 

  • Autori Vari “Reti d’impresa: profili Giuridici, finanziamento e rating. Il contratto di rete e le sue caratteristiche” a cura dell’Associazione Italiana Politiche Industriali - Milano, Il Sole 24 Ore, 2011

 

  • Paolo Di Marco, Daniele Rimini “Come sviluppare in azienda la metodologia del project managment” Bologna, Edizioni Martina, 2008

 

  • Russel D. Archibald “Project management. La gestione di progetti e programmi complessi” Milano, Franco Angeli, 2004

 

Video

 

 

Discussioni Recenti

Nas z przestrzeni publicznej, Spiskową o przynosiły żadnego boga cyngiel! a ojc...
circa 11 mesi fa 0 2501
Lekceważenie.To, nawet największe aktywnie uczestniczyć manifestacjach o działal...
circa 11 mesi fa 0 2491
Wejścia do oddania antypolska matka nie zmienią.Się wizerunek. Religia przez cał...
circa 12 mesi fa 0 2516
Great new costomer Bonus Bet365 read here.
Distretti 2Confindustria Emilia RomagnaReggio Emilia InnovazioneFondazione DEMO CENTER
View best betting by artbetting.net
Download Full Premium themes